sala b

LA TORRE NERA

Orario inizio spettacoli:

Mercoledi 16 chiuso per riposo
Giovedi 17 ore 21.30
Venerdi 18 ore 21.30
Sabato 19 ore 21.30
Domenica 20 ore 16.30 – 18.45 – 21.30
Lunedi 21 ore 21.00
Martedi 22 ore 21.00
Mercoledi 23 ore 21.00

Genere: Avventura, Fantasy, Horror , Western

Durata 95 minuti

Regia: Nikolaj Arcel

Attori: Idris Elba, Matthew McConaughey, Katheryn Winnick, Jackie Earle Haley, Abbey Lee, Nicholas Hamilton, Claudia Kim, Fran Kranz, José Zúñiga

Trama
Tratto dall’omonima saga di romanzi fantasy di Stephen King, uno degli autori di letteratura fantastica più amati al mondo, il film La Torre Nera riporta l’epico viaggio tra mondi paralleli, connessi da un’unica struttura portante che rischia di crollare e condannare così l’universo al medesimo destino. Il giovane Jake (Tom Taylor) racconta a uno psichiatra di essere tormentato da oscure visioni di un mondo “altro”: la sagoma di una torre scura che si staglia all’orizzonte, la figura di un pistolero e quella di un uomo in nero si accavallano alle molte sconvolgenti immagini di morte e sofferenza. Durante la seduta, un episodio persuade Jake che non si tratti di semplice suggestione. Lo studio del medico si mette a tremare, il letto e la camera fanno lo stesso al risveglio, e le immagini nella sua testa diventano ogni giorno che passa più crude e reali. I frammenti di sogno che il ragazzo riesce a immortalare nei suoi disegni a carboncino lo conducono a un edificio, dove è nascosto uno strano dispositivo. Il congegno attiva un passaggio per Medio-Mondo, la dimensione parallela “immaginata” da Jake e sull’orlo del collasso. La missione del pistolero, condottiero senza macchia di nome Roland Deschain , è quella di raggiungere la torre prima che venga espugnata dal perfido stregone Walter O’Dim, l’Uomo in Nero contro il quale Roland è condannato a combattere in eterno per proteggere il suo e il nostro mondo. L’ambita costruzione rappresenta il “perno” dell’universo e i destini dei due mondi dipendono da essa.

DA GIOVEDI 24 AGOSTO

Il film verrà proiettato in entrambe le sale

CATTIVISSIMO ME 3

Orario inizio spettacoli:

Giovedi 24 ore 16.30 – 17.00 – 18.30 – 18.45(3D) – 20.30
Venerdi 25 ore 16.30 – 17.00 – 18.30 – 18.45(3D) – 20.30 – 22.30
Sabato 26 ore 15.00 – 16.00 – 17.00 – 18.00(3D) – 18.50 – 20.40 – 22.30
Domenica 27 ore 15.00 – 17.00 – 18.50 – 20.40 – 22.30(3D)
Lunedi 28 ore 18.45 – 20.45(3D)
Martedi 29 ore 18.45(3D) – 20.45
Mercoledi 30 ore 18.45 – 20.45
Giovedi 31 ore 18.45 –  20.45
Venerdi 1 ore: 18.45 – 20.30 – 22.30
Sabato 2 ore 16.30 – 18.30 – 20.30 – 22.30
Domenica 3 ore 15.00 – 17.00 – 18.50 – 20.45
Lunedi 4 ore 20.45
Martedi 5 ore 20.45
Mercoledi 6 ore 20.45
Lunedi 28 e Lunedi 4 ingresso ridotto

Genere:Animazione, Fantasy,Commedia  , Avventura

Durata 96 minuti

Regia:  Kyle Balda, Pierre Coffin

Trama
Cattivi si nasce, non si diventa. Semmai si ritorna. E infatti Gru (Max Giusti), protagonista di Cattivissimo me 3, dopo aver voltato pagina e seguito l’adorata Lucy (Arisa) tra le fila della Lega Anti Cattivi, si lascia stuzzicare ancora una volta dal fascino della malvagità. Soprattutto dopo la grande rivelazione: il desiderio di predare, conquistare, comportarsi in maniera meschina e disonesta con il prossimo, è scritto nel suo DNA; il fiuto per le macchine corazzate e i missili a lunga gittata è una dote ereditaria che ha scoperto di condividere con il facoltoso fratello gemello Dru, recentemente ritrovato. Dru è identico al cattivissimo originale, ma con una setosa chioma bionda e una risatina civettuola che non manca di sfoderare per ottenere quel che vuole. E lui vuole formare un duo di cattivissimi che sia in grado di rubare un diamante rubato, strappandolo dalle grinfie del perfido Balthazar Bratt (Paolo Ruffini), ex bambino prodigio, adulto ossessionato dal personaggio che interpretava negli anni 80. Gru dovrà così scegliere se percorrere la retta via mostrata dalla moglie Lucy e dalle figliolette adottive Margo, Edith e Agnes, o abbracciare il retaggio familiare appena riemerso. Non serve dire per quale delle due ipotesi fanno il tifo, quel piccolo concentrato di appetito e malvagità che sono i Minions.